20 anni nel 2020

La Scuola Itsuo Tsuda (Ecole Itsuo Tsuda) festeggia i suoi vent’anni con una serie di eventi organizzati dai vari dojo nel corso dell’anno. Vogliamo che siano per tutti delle occasioni di condivisione, di scoperta e di apertura.

E per cominciare fatevi un’idea della nostra scuola con: Tre « movimenti » per scoprire una scuola particolare .

20 ans en 2020

Lo sbocciare di una scuola

2020 sarà l’occasione per tutti i membri dei dojo di festeggiare la creazione di una scuola, frutto del lavoro instancabile di Régis Soavi senseï da più di cinquant’anni. È l’occasione di scoprire i dojo e le pratiche (Aikido – Seitaï) all’origine di questo movimento che rappresenta la Scuola Itsuo Tsuda.

Se la scuola festeggia i suoi vent’anni, le sue origini sono molto più antiche. Si potrebbe risalire agli anni ‘50, fino a Ueshiba senseï che creò l’Aikido o a Noguchi senseï che mise a punto la nozione di Seitaï, o un po’ più recentemente, fino a Tsuda senseï che studiò con questi due maestri e arrivò negli anni ‘70 a Parigi per diffondere queste due pratiche, la propria comprensione del non-fare e le proprie idee sul ki. Ma la storia di questa scuola è intimamente legata al lavoro del suo Senseï, Régis Soavi, che insegna l’Aikido da cinquant’anni, dapprima alla Montagne Sainte-Geneviève a Parigi presso Henry Plée, come istruttore presso Tamura senseï e Noro senseï, così come in diversi club parigini. Ci fu ovviamente il suo incontro con Tsuda senseï, di cui fu allievo diretto per dieci anni. In seguito, avendo deciso di consacrarsi come professionista all’Aikido e al Katsugen undo, Régis Soavi costruì il suo primo dojo nel 1983 al 10 rue Dalmatie di Tolosa. Nel corso degli anni altri gruppi e altri dojo vennero creati, per seguire il suo insegnamento e proporre queste pratiche nella direzione data da Itsuo Tsuda, a Parigi, Milano, Roma, Amsterdam, Ancona, Torino, Blois, Albi.

È nel 2000 che apparve chiaramente il fatto che questi dojo si riunissero in un movimento comune, e che nacque l’idea di una “scuola”. Una scuola nel senso di una scuola di pittura e non come un organismo rigido e direttivo. Si trattava prima di tutto di ufficializzare gli scambi e le interazioni tra i membri dei diversi dojo, e poter così attuare dei progetti più ampi.

Nel 2020 saranno dunque vent’anni che è nata quest’idea. Vogliamo che siano per tutti delle occasioni di condivisioni, di scoperte, d’apertura. Venti eventi che si terranno nei dojo.
Benvenuti a tutti !

Per essere tenuti al corrente degli eventi iscrivetevi alla newsletter (ricordatevi di convalidare la mail di conferma, che a volte finisce nella spam). Seguiteci su F Facebook, o Instagram e consultate il calendario qui sotto.

Calendrier des événements 2020